Biblioteca

La biblioteca  è stata istituita contestualmente all’Archivio stesso e  nel corso degli anni ha  offerto risposte  sempre più adeguate e puntuali alle esigenze sia del personale interno – a supporto dello svolgimento delle attività istituzionali – che degli studiosi, prima fonte di informazioni finalizzate a coadiuvare la ricerca. La biblioteca non è  pubblica, ma comunque aperta alla consultazione: il suo status comporta come limitazione più evidente il divieto del prestito esterno. L’orario di apertura al pubblico è funzionale a quello della sala di studio. E’ garantito, nel rispetto della normativa vigente, il servizio di fotoriproduzione. Da alcuni anni aderisce al locale polo SBN  (http://www.biblioteca.comune.pesaro.pu.it/) ed è in corso il recupero retrospettivo del catalogo.

Il catalogo bibliografico, suddiviso per autore, titolo e soggetto, e quello dei periodici sono collocati al momento negli spazi della Biblioteca. La catalogazione avviene attraverso la redazione di schede le cui descrizioni seguono tendenzialmente  lo schema dell’International Standard Description nella versione RICA.

La biblioteca annualmente incrementa il proprio patrimonio librario attraverso il Servizio III – Studi e ricerche della Direzione generale per gli archivi che  provvede ad inviare le proprie pubblicazioni  edite nelle collane: Strumenti, Saggi, Fonti, Sussidi, Quaderni della “Rassegna degli Archivi di Stato”, Archivi Italiani e alcuni volumi fuori collana, nonché il periodico ufficiale dell’Amministrazione: “Rassegna degli Archivi di Stato” e il “Il Mondo degli Archivi”, in coedizione con l’A.N.A.I. (Associazione nazionale archivistica italiana), ora pubblicato on line. 

Nell’acquisto delle pubblicazioni si dà la preferenza a materie specifiche come archivistica, diplomatica, sigillografia, biblioteconomia, storia, filosofia, letteratura, arte, diritto, economia, monografie di carattere storico e archivistico oltre a periodici specialistici Particolare attenzione è dedicata all’acquisizione di testi relativi alla storiografica locale, economia, tradizioni popolari, folklore, archeologia, arti minori ed artigianato.

Il patrimonio bibliografico viene altresì incrementato attraverso una politica di scambi con associazioni, archivi, biblioteche locali, nazionali ed internazionali e donazioni. Infine gli autori che hanno utilizzato per le proprie pubblicazioni  documenti d’archivio sono tenuti, nel rispetto delle disposizioni vigenti, a consegnare le cosiddette “copie d’obbligo”, di cui una copia è destinata all’Archivio ed una alla Soprintendenza archivistica competente per territorio.

 

MIBAC Città di Urbino Università di Urbino Tribunale di Urbino ASUR - Azienda Sanitaria Unica Regionale Cappella Musicale di Urbino
http://aspesaro.beniculturali.it/wp-content/plugins/wp-accessibility/toolbar/css/a11y-contrast.css